Sito Ufficiale della Provincia di Imperia - domenica 25 giugno 2017
Home Provincia di Imperia
Home Space Istituzione Space Aree tematiche Space Servizi Space Provincia in rete Space Informazioni Space Ricerca Space Mappa Space Area riservata
Space
designdesigndesign
design

CANDIDATURA AL PATRIMONIO DELL’UMANITA’ UNESCO DELLE “ALPI DEL MARE”

L'IDEA DEL PROGETTO
Ad esito di un precedente percorso di riflessione, il Parco delle Alpi Marittime e quello del Mercantour (legati da un pluridecennale rapporto di collaborazione transfrontaliera) hanno più tardivamente dato origine al progetto di inserimento del territorio delle Alpi Marittime nell’elenco del Patrimonio Mondiale dell’ Umanità UNESCO.
In particolare attraverso un workshop di esperti del Gruppo di Lavoro istituito dalla Conferenza delle Alpi, tenutosi a Valdieri nel luglio 2012 era stata accertata in via preliminare la fattibilità sul piano scientifico dell’ipotesi di deposito della candidatura, pur evidenziandosi alcuni aspetti condizionanti, in primis quello di puntare sui valori di emergenza sotto il profilo geologico e geodinamico di un’area portata ad estendersi sino al Mar Ligure in località Capo Mortola.

In tale ambito geografico complessivo ed in una dimensione di distanza eccezionalmente ridotta si completa infatti l’illustrazione del fenomeno geologico dell’orogenesi alpina, che, ai fini dell’iscrizione nella lista di Beni Unesco, deve manifestarsi integro, visibile ed accessibile, così come la correlata distribuzione delle specificità biologiche (eccezionale diversificazione di specie ed habitat ben conservati in uno spazio ridotto).

I due Parchi capofila hanno quindi ricercato il coinvolgimento di altri enti titolari della gestione, sotto il profilo naturalistico, della fascia territoriale di ampliamento verso il mare del perimetro inizialmente individuato. E’ stata insieme verificata la potenziale continuità territoriale lungo i crinali di confine da nord verso sud, di aree naturalisticamente e paesaggisticamente rilevanti (area a Parco e/o comprese nella Rete Natura 2.000) e già dotate quindi di strumenti normativi di tutela.
Da qui il progetto ha potuto più concretamente avere inizio.

Cronologia degli eventi principali:
- 15 aprile 2013: deposito candidatura, inserimento nella “tentative list” italiana e francese
- 18 novembre 2013 a Breil: Conferenza di presentazione iniziale della candidatura
- 3 febbraio 2014 a Nizza: cerimonia di sostegno alla candidatura promossa dal C.G.06
- 15 maggio 2014 a Sanremo: Conferenza di sostegno alla candidatura promossa dai partners liguri

I PARTNERS
Lato Italia:
- Parco nat. regionale delle Alpi Marittime (Presidente Barale, referente tecnico Patrizia Rossi)
- Parco nat. regionale del Marguareis (Presidente Armando Erbi, referente tecnico Patrizia Grosso)
- Ente Parco nat. regionale delle Alpi Liguri (Presidente Mauro Littardi, referente tecnico Eligio Bertone)
- Provincia di Imperia (Assessore delegato Giuseppe Paolo Leuzzi, referente tecnico Sonia Zanella)
- Area Protetta Giardini Botanici Hanbury (Presidente Mauro Mariotti, referente tecnico Luigi Minuto)
Lato Francia:
- Parco Nazionale del Mercantour (Presidente Fernand Blanchi,  referente tecnico Alain Brandeis

IL VALORE UNIVERSALE ECCEZIONALE  (OUV) 
Perché un sito sia iscritto nella Lista del patrimonio mondiale, deve presentare un Eccezionale Valore Universale rispetto ad  almeno uno dei i criteri di selezione illustrati nelle Linee Guida per l’applicazione della Convenzione del patrimonio mondiale; inoltre deve risultare  integro ed autentico.
Perché un bene sia considerato di Eccezionale Valore Universale, deve anche soddisfare le condizioni di integrità e/o autenticità così come

Vai all’approfondimento sugli aspetti geologici
Vai all’approfondimento sugli aspetti biologici

L'ITER DELLA CANDIDATURA
Quella di Sito Patrimonio dell'Umanità è la denominazione ufficiale delle aree registrate nella lista del Patrimonio Mondiale dell'Umanità  dell’Unesco, nella sua accezione inglese World Heritage List, di cui alla Convenzione sul Patrimonio dell'Umanità.
La Convenzione, adottata dalla Conferenza generale dell'UNESCO il 16 novembre 1972, ha lo scopo di identificare e mantenere la lista di quei siti che rappresentano particolarità di eccezionale importanza da un punto di vista culturale o naturale. Il Comitato della Convenzione, chiamato Comitato per il Patrimonio dell'Umanità, ha sviluppato dei criteri ben precisi per l'inclusione dei siti nella lista.

Secondo l'ultimo aggiornamento, effettuato nella riunione del 37° Comitato per il Patrimonio dell'Umanità a Phnom Penh tra il 17 e 27 giugno 2013, la lista è composta da un totale di 981 siti di cui 759 beni culturali, 193 naturali e 29 misti), presenti in 160 n del mondo. Attualmente l'Italia è la nazione a detenere il maggior numero di siti inclusi.

Per attivare il processo di riconoscimento è necessario iniziare dall’inserimento nella lista propositiva ministeriale attraverso il deposito di una domanda corredata da un rapporto iniziale e dalle formali delibere di adesione e impegno dei soggetti proponenti.
Ciò è avvenuto per il progetto delle “Alpi del Mare” nell’aprile 2013, che è stato contemporaneamente inserito, come richiede l’UNESCO per i beni transfrontalieri, nelle liste indicative (tentative list) di Italia e Francia sotto la categoria Patrimonio Naturale.

La Giunta della Provincia di Imperia si era espressa favorevolmente all’idea progettuale con Deliberazione n.267 in data 20.11.2012, facendo riferimento al territorio di due SIC (M. Grammondo e Abellio) da essa gestiti ex L.R. 28/2009.

Conseguentemente è iniziato il percorso di strutturazione della collaborazione parternariale (attraverso una convenzione con il GECT capofila) e di individuazione in dettaglio dei passaggi operativi e finanziarie indispensabili alla predisposizione del complesso “Dossier di candidatura” richiesto dalle Commissioni UNESCO (italiana e francese) per la valutazione della proposta di candidatura.

IL TERRITORIO COINVOLTO
All’atto del deposito della candidatura viene indicato un ambito territoriale provvisorio e la definizione del perimetro del sito è uno dei principali obiettivi del lavoro di predisposizione del Dossier di candidatura.

Il contesto geografico preliminarmente indicato è, lato Italia, quello relativo ai territori dei due Parchi piemontesi Alpi Marittime e Marguareis (con alcuni SIC a contorno), al territorio del Parco delle Alpi Liguri con i SIC e ZPS da esso gestiti, a due siti della Rete Natura 2000 di competenza della Provincia di Imperia (M. Grammondo e M. Abellio) e all’Area Protetta regionale Giardini Botanici Hanbury (e due SIC da essa gestiti, di cui uno marino).

Lato Francia si fa riferimento al territorio del Parc National du Mercantour.

Vai all'inquadramento dell'area di studio

design
designdesigndesign
design
designdesigndesign
design
design
designdesigndesign
design
  Rainbow